News & Media

PIN archiviato e SPID per tutti: quando l’identità si fa digital

Il Covid-19 crea un’accelerazione di servizi e innovazioni per le imprese italiane

In attesa di Forum Banca 2020, abbiamo intervistato Stefano Arbia, Resp. Servizio Accreditamento e Progetto SPID Agid, speaker a Forum Banca nella Sessione Trusted.

Quali effetti ha avuto la pandemia da covid-19 sullo sviluppo del progetto SPID?
L’emergenza Covid-19 ha avuto effetti devastanti da un punto di vista economico e sociale, ma ha anche agito da acceleratore nella digitalizzazione del nostro paese. 
Le pubbliche amministrazioni che hanno reso disponibili i propri servizi in rete ha avuto un’accelerazione mai vista precedentemente; questa proliferazione di servizi online e le azioni di sostegno da parte dello Stato attraverso sovvenzioni e bonus, hanno comportato una crescita esponenziale dei cittadini che si sono dotati di SPID.
Nei mesi del lockdown si è passati da una media di circa 40 mila cittadini a settimana a oltre 200 mila.
Il numero assoluto dei soggetti che si sono dotati di SPID è passato da circa 5 milioni del dicembre 2019 a oltre 9 milioni nel mese di luglio 2020.

La recente introduzione di particolari tipologie di identità digitali destinate al mondo lavorativo ha reso lo SPID ancora più allettante; anche l’interesse delle aziende private sta crescendo, in quanto vedono nello SPID la possibilità di raggiungere clienti potenziali in una situazione dove i clienti non possono raggiungere loro.
Tutto questo introduce dei cambiamenti radicali, che resteranno anche al termine dell’emergenza che tutti auspichiamo arrivi rapidamente.
I vantaggi di tale strumento sono notevoli: con lo SPID è possibile accedere, gratuitamente e con uniche credenziali, non solo al sito INPS ma a tutti i siti della Pubblica Amministrazione (anche a livello europeo), garantendo al contempo specifici livelli di autenticazione che permettono di rendere più affidabile il riconoscimento dell’utente.
L’attuale contesto di trasformazione digitale e le nuove opportunità offerte dalle tecnologie e dai dispositivi mobili, che elevano i livelli di interattività con gli utenti e favoriscono la compartecipazione di tutti gli attori nelle pratiche di creazione e distribuzione del servizio pubblico, consentono all’Istituto di avvalersi del sistema di identità digitale SPID come infrastruttura strategica per il Paese e come impulso decisivo alla modernizzazione dei servizi in chiave di inclusione e partecipazione digitale.

Incontra Stefano Arbia il 24 settembre a Forum Banca, iscriviti ora gratuitamente all'edizione ONLINE: clicca qui.